Sorry!

Questo è un sito di controinformazione, niente commenti. Ho a malapena il tempo di pubblicare i post, non ne ho per cancellare lo spam, i troll, controbattere a tutti gli ocoparlanti che dissentono e nemmeno per avere scambi di opinione costruttivi.

Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. (J.W.Goethe)

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore.

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore. La sinistra italiana, in tutte le sue declinazioni, tramite i suoi partiti e le loro diramazioni, ovvero sindacati e associazioni, ha tradito la classe lavoratrice che rappresentava (nella quale è da considerare anche la piccola e media impresa), ha tradito l’Italia. Aderendo all’ideologia economica neoliberista e neoclassica e ai trattati di Maastricht si è alleata al fascismo finanziario, ma è soprattutto con l’adesione all’Euro, letale arma di distruzione di massa della classe lavoratrice, che si è manifestata come vassallo del potere della finanza e delle multinazionali, consegnando il nostro paese alla povertà, allo sfruttamento e agli interessi di poteri stranieri. Mentre in Europa rigurgiti di nazifascismo hanno preso il potere nessuna voce si leva da chi dovrebbe essere custode dei valori della resistenza. Svastiche, simbologia nazista e ritratti di filonazisti ultranazionalisti sfilano oggi per Kiev . Bombardamenti di civili vengono usati dal governo di Kiev come metodo di pulizia etnica in Novorossya e gli aiuti umanitari alla popolazione vengono pretestuosamente negati. Come i nazisti Poroshenko incita i propri soldati a uccidere dieci separatisti del Donbass in cambio di ogni camerata morto. Minacce di marce armate sulla capitale da parte dei nazisti paramilitari di Pravy Sector, che picchiano gli oppositori e distruggono le attività commerciali russe in ucraina, proprio come quando le camicie brune naziste distruggevano quelle degli ebrei. Tutto questo nell’indifferenza di chi da noi dovrebbe preservare e diffondere i valori della lotta partigiana che contro questi “mostri” ha lottato pagando un pesante tributo di sangue. E’ con l’approvazione di queste persone che abbiamo assistito allo spettacolo degradante di “Bella Ciao” cantata nelle aule parlamentari come segno di vittoria per l’approvazione della legge che consegnava miliardi di euro degli italiani alle banche azioniste della Banca d’Italia. Le stesse persone in parlamento che considerano terroristi i partigiani di Donetsk e Lugansk che combattono contro i nazisti mandati da Kiev e che hanno anche il coraggio ipocrita di appendere indegnamente nelle loro sezioni il ritratto di Che Guevara, infangandone la memoria. Non crediate che controllando i media e potendovi permettere di proporre un informazione censurata a vostro favore o addirittura falsa l’avrete sempre vinta, la controinformazione, a voi alternativa, ha la forza della goccia che lentamente scava la pietra, le opinioni lentamente stanno cambiando, i vostri giornali sono in crisi, alcuni chiudono e altri, come l’Unità, chiuderanno in futuro perché il popolo inizia a non credervi più e la storia vi attribuirà il ruolo che meritate: TRADITORI.

domenica 10 gennaio 2016

L'inversione di polarità magnetica della sinistra

George Orwell
Oggi farò una specie di "outing politico". Nella mia testa ci sono alcune idee e valori. Tra questi c'è il desiderio di un mondo con una diffusa giustizia sociale che comporta lottare contro l'anima predatoria del capitalismo, c'e l'attaccamento alla Patria per la quale tanti diedero la vita per liberarla dal fascismo e fondare una repubblica democratica, c'e la voglia di uscire dalla NATO, un istituzione del tutto inutile dopo la caduta del muro, oggi strumento con l'unico scopo di mantenere l'egemonia USA sull'europa, c'e l'idea che, come Che Guevara insegna, quando non c'è democrazia non è possibile cambiare la società pacificamente e non rimane che la rivoluzione. Tutto ciò tanti anni fa mi collocava in quella che era definita "la sinistra"... poi un giorno mi sono accorto che è cambiato tutto, tutto completamente ribaltato, proprio come Orwell ci racconta in 1984 dove da un giorno all'altro nemici e alleati si scambiano i ruoli. L'Eurasia nemico sino al giorno prima diventa il nuovo alleato e l'Oceania che era alleato il nemico, senza che nessuno dimostri di accorgersene. Allo stesso modo nessuno nella sinistra sembrava essersene accorto, i volontari continuavano allo stesso modo a fare le salamelle alla festa dell'Unità o a leggere il Manifesto. Eppure ciò che mano a mano è successo e sta succedendo io l'ho accusato in maniera molto dura, alla stessa stregua di cazzotti al volto.

Il primo cazzotto è stata l'adozione in economia delle idee neoliberiste tipiche della destra predatoria. Avevamo di fronte il fallimento dell'URSS e il successo del sistema capitalista gestito con politiche economiche keynesiane che avevano portato benessere in tutto l'occidente, sarebbe stato naturale, secondo me, che la sinistra facesse proprie queste idee, difendendole e lottando per applicarle correttamente, invece ho dovuto assistere all'adozione delle stesse ideee liberiste che avevano portato alla crisi del '29 e alla Seconda Guerra Mondiale, idee ripescate dalla pattumiera della storia e ribattezzate "neoclassiche" e "neoliberiste", ma in sostanza la stessa merda che ci sta devastando facendo diventare i ricchi sempre più ricchi e tutti gli altri sempre più poveri, e oggi devo sentirmi raccontare da sti' saccenti ex marxisti del cazzo che i metodi keynesiani non funzionavano più e che era tempo di cambiare...il tragico è che non capivate un cazzo di economia quando vi dicevate marxisti e adesso ancora di meno che siete neoliberisti.

Il secondo cazzotto è stato essere passati da contrari alla NATO ad esserne accesi sostenitori...sinistronzi mi rompevate il cazzo se mi vedevate bere una Coca Cola, dicevate che ero io uno stronzo perchè ogni Coca Cola pagata era un proiettile che uccideva un povero vietcong che combatteva contro l'invasore americano...e adesso siete con la NATO e tutte le porcate che fanno per il mondo nell'interesse degli USA costate la vita a milioni di persone.

Il terzo cazzotto in realtà è una scarica di cazzotti da KO: l'adesione incondizionata al "sogno europeo" e l'adorazione dell'euro. Orfano del mito dell'URSS è stato facile ficcare nella testa del popolo della sinistra un nuovo sogno riempiendo il vuoto lasciato dal mito sovietico: gli Stati Uniti d'Europa. E' iniziata così l'adesione incondizionata al modello antidemocratico dell'Unione Europea il cui sistema di governo ricorda molto quello sovietico: c'è il parlamento europeo che come il soviet non conta una beata fava e chi governa sono delle elite non elette dal popolo, in URSS era il Partito Comunista in UE la Commissione Europea e il Consiglio Europeo. Il destino di un continente lasciato nelle mani di elite tecnocratiche emanazione della più spregiudicata finanza internazionale non sembra preoccupare i moderni "compagni". Vero feticcio della sinistra è l'euro che ha sostituito in toto la falce e il martello. Arma di distruzione di massa della classe lavoratrice sta mostrando oggi in pieno il suo effetto devastante su tutti noi. Il vero scopo di adozione dell'euro non è da loro neanche lontanamente concepito causa la superficialità tipica della gente di sinistra a occuparsi seriamente di economia. E l'Italia per la quale tanti hanno dato la vita per liberarla e trasformarla in una democrazia che può vantare una delle migliori costituzioni del pianeta? Tutto nel cesso, a loro essere italiani fa schifo. Vorrebbero essere tedeschi. Anime dei partigiani morti mentre combattevate i tedeschi vi do una brutta notizia, i sinistronzi autorazzisti stanno svendendo l'Italia alla Germania per trenta denari e a differenza di Giuda ne sono felici.

Il quarto cazzotto è stato passare da approvare, se necessari, metodi di azione rivoluzionaria come Che Guevara o i partigiani al solo ed unico pacifismo inconcludente rappresentato da quell'odiosa bandiera arcobaleno, proprio un grande favore al potere del capitale che oggi è ben consapevole di avere a che fare solo con delle miti pecorelle e non con cittadini "con le palle" che superato un certo limite possono anche incazzarsi e ribellarsi veramente.

Il quinto cazzotto è stato un bel uppercut, è l'adesione al modello di società multietnica accoppiata alle teorie gender (che nulla hanno a che vedere con la fratellanza tra popoli). Modello perfettamente compatibile al piano Kalergi e a quello di Nuovo Ordine Mondiale perseguito dalle elite del Bilderberg e Commissione Trilaterale. La diversità biologica e culturale nelle diverse zone del pianeta è ciò che rende meraviglioso questo mondo, il solo pensiero che tutto il pianeta diventi un giorno un unico miscuglio uniforme di razze ed etnie, una unica monocultura derivante dal miscuglio di tutte le culture, senza nemmeno distinzione sessuale, tutto ciò lo trovo ripugnante nonchè di una monotonia e di una tristezza tale che spero di morire prima che ciò si avveri completamente e purtroppo qui in Europa siamo già in fase avanzata.

Oggi è arrivato un sesto cazzotto. Nonostante i governi dell'UE abbiano fatto di tutto perchè la notizia non trapelasse alla fine i media hanno dovuto ammettere le violenze sulle donne perpetrate a capodanno da grosse bande di immigrati islamici in diverse città del nord europa ed in Germania in particolare. Quale è stata la reazione dei più sinistronzi? Minimizzano e hanno trovato delle giustificazioni! Il povero migrante non può essere cattivo in quanto di colore, si sa, solo i bianchi sono cattivi! I sinistronzi schiavi del loro razzismo al contrario non comprendono quanto tutti gli uomini siano invece uguali nel bene e nel male, e che opportunamente manipolati dal lavaggio cerebrale islamico radicale, come lo sono molti mediorientali e nordafricani, non c'è affatto da stupirsi di ciò che è successo! E' scioccante la adeguata mancanza di reazione delle forze di polizia tedesche, a parer mio condizionati dalla paura di essere poi accusati di essere razzisti e/o nazisti da un opinione pubblca soggiogata ai giudizi dei radical chic sinistronzi e credo che proprio che su questo abbiano contato questi infami per i quali l'accoglienza occidentale è solo sintomo di debolezza.

Purtroppo al peggio non c'è mai fine, attendo il prossimo ennesimo voltafaccia orwelliano della sinistra al quale il suo popolo si adatterà come nulla fosse, esattamente come la pecora segue il pastore. Non avrà più l'effetto di un cazzotto stavolta perchè oramai con queste persone non solo non mi indentifico più (questo già da un bel po') ma non sento più nessun legame emotivo, anzi inizio ad avere un certo disgusto che purtroppo condizionerà anche alcuni rapposti personali.