Sorry!

Questo è un sito di controinformazione, niente commenti. Ho a malapena il tempo di pubblicare i post, non ne ho per cancellare lo spam, i troll, controbattere a tutti gli ocoparlanti che dissentono e nemmeno per avere scambi di opinione costruttivi.

Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. (J.W.Goethe)

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore.

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore. La sinistra italiana, in tutte le sue declinazioni, tramite i suoi partiti e le loro diramazioni, ovvero sindacati e associazioni, ha tradito la classe lavoratrice che rappresentava (nella quale è da considerare anche la piccola e media impresa), ha tradito l’Italia. Aderendo all’ideologia economica neoliberista e neoclassica e ai trattati di Maastricht si è alleata al fascismo finanziario, ma è soprattutto con l’adesione all’Euro, letale arma di distruzione di massa della classe lavoratrice, che si è manifestata come vassallo del potere della finanza e delle multinazionali, consegnando il nostro paese alla povertà, allo sfruttamento e agli interessi di poteri stranieri. Mentre in Europa rigurgiti di nazifascismo hanno preso il potere nessuna voce si leva da chi dovrebbe essere custode dei valori della resistenza. Svastiche, simbologia nazista e ritratti di filonazisti ultranazionalisti sfilano oggi per Kiev . Bombardamenti di civili vengono usati dal governo di Kiev come metodo di pulizia etnica in Novorossya e gli aiuti umanitari alla popolazione vengono pretestuosamente negati. Come i nazisti Poroshenko incita i propri soldati a uccidere dieci separatisti del Donbass in cambio di ogni camerata morto. Minacce di marce armate sulla capitale da parte dei nazisti paramilitari di Pravy Sector, che picchiano gli oppositori e distruggono le attività commerciali russe in ucraina, proprio come quando le camicie brune naziste distruggevano quelle degli ebrei. Tutto questo nell’indifferenza di chi da noi dovrebbe preservare e diffondere i valori della lotta partigiana che contro questi “mostri” ha lottato pagando un pesante tributo di sangue. E’ con l’approvazione di queste persone che abbiamo assistito allo spettacolo degradante di “Bella Ciao” cantata nelle aule parlamentari come segno di vittoria per l’approvazione della legge che consegnava miliardi di euro degli italiani alle banche azioniste della Banca d’Italia. Le stesse persone in parlamento che considerano terroristi i partigiani di Donetsk e Lugansk che combattono contro i nazisti mandati da Kiev e che hanno anche il coraggio ipocrita di appendere indegnamente nelle loro sezioni il ritratto di Che Guevara, infangandone la memoria. Non crediate che controllando i media e potendovi permettere di proporre un informazione censurata a vostro favore o addirittura falsa l’avrete sempre vinta, la controinformazione, a voi alternativa, ha la forza della goccia che lentamente scava la pietra, le opinioni lentamente stanno cambiando, i vostri giornali sono in crisi, alcuni chiudono e altri, come l’Unità, chiuderanno in futuro perché il popolo inizia a non credervi più e la storia vi attribuirà il ruolo che meritate: TRADITORI.

sabato 4 luglio 2015

F35 sconfitto da F16! E dovrebbe vedersela coi SU35...


F35 Joint Strike Fighter
Mentre attendiamo l’esito del referendum in Grecia, per ingannare l’attesa mi occuperò di un argomento più leggero, la presunta inferiorità in combattimento del nuovo capolavoro della Lockeed Martin l'F35 Joint Strike Fighter rispetto al vetusto F16 della General Dynamics. Su diversi quotidiani è  apparsa la notizia ripresa da un blog americano che riportava le dichiarazioni del pilota dell’ F35 dopo un test di combattimento simulato a distanza ravvicinata tra F35 e F16, pare che il nuovo aereo, oltre ai molti difetti che gìà si sono mostrati dalla sua nascita, in questa circostanza di combattimento sia nettamente inferiore al vecchio e collaudato Falcon F16. Immediata la reazione della Lockeed Martin che ha smentito che l’aereo sia addirittura inveriore all’anziano F16. Altrettanto immediata sui forum la reazione dei bimbiminchia tifosi degli USA cresciuti a films di Hollywood e videogame Call Of Duty che prontamente si sono sprecati in elogi al nuovo “gioiello” bollando le critiche come "il solito disfattismo italiota". Lockeed Martin nel suo tentativo di convincere la gente che il suo aereo non è un bidone ci racconta della sue capacità stealth, ovvero invisibilità ai radar, che permette all’F35 di colpire prima di essere rilevato dandogli quindi una superiorità rispetto agli avversari e altre supercazzole d’effetto. Peccato che pur non essendo un esperto ne sò abbastanza per non bermi le balle della Lokeed Martin e affermare che l’F35 se non ne esce bene con un F16 se confrontato alla sua nemesi, il caccia russo Sukhoi 35, è un disastro. In questo sito potrete verificare ció che vi dirò, è un sito australiano (paese NATO) di esperti di armamenti che espone valutazioni ingegneristiche su ogni tipo di armamento per la guerra nell’aria comparando quelli NATO con quelli russi. Ovviamente se non vi piacciono le delusioni potete ignorarlo informandovi invece su qualche forum di bimbiminchia tifosi dello zio Sam, i siti dei cazzari sono di sicuro piú divertenti. Tornando al test del quale si è parlato era un test specifico di “dogfighting” che significa combattimento ravvicinato. Tra caccia di solito il combattimento inzia oltre il raggio visivo, in gergo BVR (Beyond Visual Range), gli aerei pur non vedendosi fisicamente perchè troppo lontani si rilevano grazie a strumentazioni sofisticate e possono iniziare il duello lanciandosi missili aria-aria a ricerca automatica del bersaglio. Ovviamente esistono contromisure e manovre evasive per ingannare i missili e quindi non è infrequente che il duello continui con un combattimento a distanza ravvicinata. Se l’F35 si trovasse in questo frangente contro la sua controparte russa sarebbe spacciato. il SU35 Flanker è più agile e maneggevole, nessun aereo NATO è in grado di eguagliare la straordinaria capacitá di manovra del Flanker, nessun altro caccia al mondo è in grado di eseguire la manovra del cobra, una manovra nel quale l’aereo per un attimo si ferma in aria in verticale e poi riparte!


La manovra non serve in combattimento ma solo a mostrare le doti di maneggevolezza ineguagliabili del Flanker. Il Flanker è anche più veloce e con maggiore autonomia di volo, F35 non riuscirebbe neanche a fuggire. Una dotazione doppia di missili aria-aria e la superioritá di quelli russi in precisione e raggio d’azione avvantaggiano il Flanker anche nel combattimento BVR. E’ a questo punto che qualcuno potrebbe obbiettare che la capacità di aereo di quinta generazione di essere invisibile ai radar permetterebbe all F35 di colpire e distruggere il SU35 (che è “solo” di generazione 4++)  prima di essere rilevato annullando quindi tutti i vantaggi del Flanker. E qui casca l’asino! Si perchè F35 è invisibile al radar ma non ai sensibili sensori del Flanker che rilevano la traccia dei motori dell’F35 chiaro e forte a 50 km di distanza (e i nuovi sensori che arriveranno nel 2017 estenderanno il raggio a 150 km). Questo significa che F35 viene rilevato ben prima della sufficiente distanza di ingaggio che permette di lanciare i missili, altro che invisibile! La sua invisibilitá esiste solo nei confronti dei normali radar dei paesi arretrati dove gli USA sono soliti andare per esportare la democrazia con le bombe. C’è un solo caso quindi dove F35 è avvantaggiato, è in caso la distanza sia superiore ai 50 km, in questo caso F35 rileverá il SU35 mentre quest’ultimo no per via alla caratteristica stealth dell F35, questo gli permetterebbe di effettuare per tempo un cambio di rotta per aggirare l’intercettore russo e arrivare a colpire gli obiettivi al suolo della missione. Per altri compiti, come dimostrato anche dalle simulazioni di esperti tramite modelli matematici, F35 non è in grado di reggere il confronto ed è questo il motivo per il quale agli USA anzichè gli F35 viene chiesto di esportare il loro miglior caccia, l’ F22 Raptor che gli USA vogliono tenere in serbo solo per se stessi per garantirsi la superiorità aerea nei confronti di chiunque (a loro il meglio a noi i bidoni a caro prezzo). Ma F22 è costosissimo, non ne esisistono molti e giá si affaccia la sua controparte russa Sukhoi PAK-FA, superiore manovrabilitá come Su35 ma con capacitá stealth, il nuovo re dei cieli sta arrivando.
Sukhoi PAK-FA