Sorry!

Questo è un sito di controinformazione, niente commenti. Ho a malapena il tempo di pubblicare i post, non ne ho per cancellare lo spam, i troll, controbattere a tutti gli ocoparlanti che dissentono e nemmeno per avere scambi di opinione costruttivi.

Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. (J.W.Goethe)

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore.

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore. La sinistra italiana, in tutte le sue declinazioni, tramite i suoi partiti e le loro diramazioni, ovvero sindacati e associazioni, ha tradito la classe lavoratrice che rappresentava (nella quale è da considerare anche la piccola e media impresa), ha tradito l’Italia. Aderendo all’ideologia economica neoliberista e neoclassica e ai trattati di Maastricht si è alleata al fascismo finanziario, ma è soprattutto con l’adesione all’Euro, letale arma di distruzione di massa della classe lavoratrice, che si è manifestata come vassallo del potere della finanza e delle multinazionali, consegnando il nostro paese alla povertà, allo sfruttamento e agli interessi di poteri stranieri. Mentre in Europa rigurgiti di nazifascismo hanno preso il potere nessuna voce si leva da chi dovrebbe essere custode dei valori della resistenza. Svastiche, simbologia nazista e ritratti di filonazisti ultranazionalisti sfilano oggi per Kiev . Bombardamenti di civili vengono usati dal governo di Kiev come metodo di pulizia etnica in Novorossya e gli aiuti umanitari alla popolazione vengono pretestuosamente negati. Come i nazisti Poroshenko incita i propri soldati a uccidere dieci separatisti del Donbass in cambio di ogni camerata morto. Minacce di marce armate sulla capitale da parte dei nazisti paramilitari di Pravy Sector, che picchiano gli oppositori e distruggono le attività commerciali russe in ucraina, proprio come quando le camicie brune naziste distruggevano quelle degli ebrei. Tutto questo nell’indifferenza di chi da noi dovrebbe preservare e diffondere i valori della lotta partigiana che contro questi “mostri” ha lottato pagando un pesante tributo di sangue. E’ con l’approvazione di queste persone che abbiamo assistito allo spettacolo degradante di “Bella Ciao” cantata nelle aule parlamentari come segno di vittoria per l’approvazione della legge che consegnava miliardi di euro degli italiani alle banche azioniste della Banca d’Italia. Le stesse persone in parlamento che considerano terroristi i partigiani di Donetsk e Lugansk che combattono contro i nazisti mandati da Kiev e che hanno anche il coraggio ipocrita di appendere indegnamente nelle loro sezioni il ritratto di Che Guevara, infangandone la memoria. Non crediate che controllando i media e potendovi permettere di proporre un informazione censurata a vostro favore o addirittura falsa l’avrete sempre vinta, la controinformazione, a voi alternativa, ha la forza della goccia che lentamente scava la pietra, le opinioni lentamente stanno cambiando, i vostri giornali sono in crisi, alcuni chiudono e altri, come l’Unità, chiuderanno in futuro perché il popolo inizia a non credervi più e la storia vi attribuirà il ruolo che meritate: TRADITORI.

domenica 21 giugno 2015

Grexit Si, Grexit No

Ho letto una dichiarazione della Banca di Grecia riguardo a una possibile uscita dall'Euro e non ho potuto evitare di scrivere sul blog le mie personali considerazioni, ha dichiarato:

“All this would imply a deep recession, a dramatic decline in income levels, an exponential rise in unemployment and a collapse of all that the Greek economy has achieved over the years of its EU, and especially its euro area, membership. From its position as a core member of Europe, Greece would see itself relegated to the rank of a poor country in the European South”

Che per chi non conosce la lingua dei nostri colonizzatori d'oltre oceano significa:


"Tutto questo implicherebbe una profonda recessione, un drammatico declino dei livelli di reddito, una crescita esponenziale della disoccupazione e un collasso di tutto ciò che l'economia greca ha raggiunto nel corso degli anni della sua adesione all'UE, e soprattutto all'area dell'euro. Dalla sua posizione di membro del nucleo dell'Europa, la Grecia si vedrebbe relegata al rango di un paese povero del Sud Europa"

Ora io mi chiedo se questa gente non provenga da una delle tante realtà parallele dei romanzi di fantascienza dove invece va tutto bene, perchè quello loro descrivono come cosa diventerà la Grecia uscendo dall'Euro è proprio quello che sta già succedendo da anni in Grecia dentro l'Euro. Analizziamo i passi della dichiarazione:

"tutto questo implicherebbe una profonda recessione": c'è già da otto anni salvo qualche sparuto zero virgola quasi niente col segno più ogni tanto

"un drammatico declino dei livelli di reddito": nel 2014 già calato del 30% rispetto al 2003

"una crescita esponenziale della disoccupazione": quasi 26% a fine 2014 

la Grecia si vedrebbe relegata al rango di un paese povero del Sud Europa: perchè, per quanto sopra scritto, adesso invece son ricchi!!?? Un esempio? Dice il Daily Mail sulla sanità greca: bambini tenuti in ostaggio per le spese mediche, facchini usati come paramedici, tagli del 94% del budget

Vedrete andrà a finire che otterranno l'ennesimo sconto sul debito ma non risolveranno il problema. Ma se vuoi l'Euro vuoi anche l'austerità, questa è la dura regola del cambio fisso che tutti i paesi del sud Europa non vogliono capire, forse è proprio vero che "una faccia, una razza" o forse è solo che in tutta l'Europa del sud la sinistra che guida l'opposizione contro Bruxelles (Tsipras, Podemos) in fondo è la stessa che ha voluto l'adesione all'eurozona ed ora sono schiavi delle proprie menzogne, non possono dire "scusate, vi abbiamo fatto fare una cazzata l'euro è una fregatura ma votateci lo stesso" perchè l'elettorato gli risponderebbe "mavaffa..." e quindi proseguono per la stessa strada chiedendo la botte piena e la moglie ubriaca dell'euro senza austerità.

P.S. per chi pensa che sia possibile l'euro senza austerità: vatti a studiare un po' di macroeconomia invece di credere al tuo giornale o al tuo capobastone di partito...ti avverto però, sarà dura poi sopportare quando capirai quanto ti stanno prendendo in giro