Sorry!

Questo è un sito di controinformazione, niente commenti. Ho a malapena il tempo di pubblicare i post, non ne ho per cancellare lo spam, i troll, controbattere a tutti gli ocoparlanti che dissentono e nemmeno per avere scambi di opinione costruttivi.

Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. (J.W.Goethe)

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore.

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore. La sinistra italiana, in tutte le sue declinazioni, tramite i suoi partiti e le loro diramazioni, ovvero sindacati e associazioni, ha tradito la classe lavoratrice che rappresentava (nella quale è da considerare anche la piccola e media impresa), ha tradito l’Italia. Aderendo all’ideologia economica neoliberista e neoclassica e ai trattati di Maastricht si è alleata al fascismo finanziario, ma è soprattutto con l’adesione all’Euro, letale arma di distruzione di massa della classe lavoratrice, che si è manifestata come vassallo del potere della finanza e delle multinazionali, consegnando il nostro paese alla povertà, allo sfruttamento e agli interessi di poteri stranieri. Mentre in Europa rigurgiti di nazifascismo hanno preso il potere nessuna voce si leva da chi dovrebbe essere custode dei valori della resistenza. Svastiche, simbologia nazista e ritratti di filonazisti ultranazionalisti sfilano oggi per Kiev . Bombardamenti di civili vengono usati dal governo di Kiev come metodo di pulizia etnica in Novorossya e gli aiuti umanitari alla popolazione vengono pretestuosamente negati. Come i nazisti Poroshenko incita i propri soldati a uccidere dieci separatisti del Donbass in cambio di ogni camerata morto. Minacce di marce armate sulla capitale da parte dei nazisti paramilitari di Pravy Sector, che picchiano gli oppositori e distruggono le attività commerciali russe in ucraina, proprio come quando le camicie brune naziste distruggevano quelle degli ebrei. Tutto questo nell’indifferenza di chi da noi dovrebbe preservare e diffondere i valori della lotta partigiana che contro questi “mostri” ha lottato pagando un pesante tributo di sangue. E’ con l’approvazione di queste persone che abbiamo assistito allo spettacolo degradante di “Bella Ciao” cantata nelle aule parlamentari come segno di vittoria per l’approvazione della legge che consegnava miliardi di euro degli italiani alle banche azioniste della Banca d’Italia. Le stesse persone in parlamento che considerano terroristi i partigiani di Donetsk e Lugansk che combattono contro i nazisti mandati da Kiev e che hanno anche il coraggio ipocrita di appendere indegnamente nelle loro sezioni il ritratto di Che Guevara, infangandone la memoria. Non crediate che controllando i media e potendovi permettere di proporre un informazione censurata a vostro favore o addirittura falsa l’avrete sempre vinta, la controinformazione, a voi alternativa, ha la forza della goccia che lentamente scava la pietra, le opinioni lentamente stanno cambiando, i vostri giornali sono in crisi, alcuni chiudono e altri, come l’Unità, chiuderanno in futuro perché il popolo inizia a non credervi più e la storia vi attribuirà il ruolo che meritate: TRADITORI.

lunedì 17 novembre 2014

Fassina e Cuperlo condannati al rogo dall'inquisizione del PD

L'evidenza della catastrofe economica verso la quale ci stiamo sempre più approssimando è oramai così evidente che anche all'interno del PD qualcuno finalmente è riuscito a elaborare il lutto del fallimento dell'Euro e della UE e a guardare in faccia la realtà. Fassina e Cuperlo hanno finalmente riconosciuto che è il momento di discutere un piano B che preveda l'uscita dalla moneta unica. Sono stati immediatamente accusati di "eresia", che per il PD significa essere di estrema destra (leggi fascista). E' questa l'accusa che gli è stata mossa dal presidente dem Orfini circa una settimana fa tramite il tweet che vi mostro:

Da http://www.europaquotidiano.it/2014/11/11/orfini-contro-fassina-e-cuperlo-euro-insostenibile-linea-di-estrema-destra/

Questa affermazione che ho trovato sulla versione web di Europa mi ha scioccato, è raccapricciante per tutta una serie di motivi che vi vado a precisare. Prima di tutto l'insostenibilità dell'euro non è invenzione dell'estrema destra ma opinione di autorevoli economisti molti dei quali avevano previsto come sarebbe andata a finire prima ancora che si facesse la monete unica. Praticamente tutti quelli senza ambizioni politiche o di tornaconto personale, dicono le cose come stanno e quindi o non ve li fanno sentrire o provano a screditarli. La destra europea davanti alla realtà dei fatti, e vista l'assenza totale della sinistra, si è solo fatta portavoce di queste idee, e questa è la dimostrazione di come il PD si sia fatto addirittura superare a sinistra dalle destre! Di chi faccia gli interesi il PD di oggi è evidente, gli amici e sostenitori di Renzi sono gestori di fondi e imprenditori che hanno delocalizzato all'estero le loro produzioni, tutte persone che hanno ovvi motivi di tornaconto personale affinchè non si torni a una valuta nazionale che, svalutandosi, farebbe perdere a loro, in quanto esportatori di capitali, potere di acquisto all'estero. Ovviamente la progressiva compressione salariale e la disoccupazione alle stelle sono dettagli che a loro non interessano. La seconda cosa è il ribaltamento dei significati come in un romanzo di Orwell. Come in 1984 il Ministero dell'Amore si occupava invece della guerra oggi Sinistra, che significava forza politica a difesa degli interessi della classe lavoratrice, è invece forza politica della Destra Neoliberista a difesa degli interessi della finanza e dell'imprenditoria più egoista (e non mi riferisco certo a quella classe imprenditoriale di piccola e media impresa che lotta eroicamente per tenere aperta la propria impresa e salvaguardare la propria sopravvivenza e quella dei propri dipendenti). La terza cosa che percepisco è la dimostrazione di una certa forma mentale il cui metro di giudizio su cosa è giusto o sbagliato è solo il clan di appartenenza. Se qualcosa lo ha proposto il "clan" opposto è per forza sbagliato, una logica da ultras da stadio. Insomma questo tweet ha contributito a convincermi ancor di più, se mai ce ne fosse stato bisogno, che, per quanto mi sembrasse impossibile, può esistere qualcosa di molto peggio del berlusconismo, questo qualcosa è il Partito Democratico.