Sorry!

Questo è un sito di controinformazione, niente commenti. Ho a malapena il tempo di pubblicare i post, non ne ho per cancellare lo spam, i troll, controbattere a tutti gli ocoparlanti che dissentono e nemmeno per avere scambi di opinione costruttivi.

Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. (J.W.Goethe)

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore.

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore. La sinistra italiana, in tutte le sue declinazioni, tramite i suoi partiti e le loro diramazioni, ovvero sindacati e associazioni, ha tradito la classe lavoratrice che rappresentava (nella quale è da considerare anche la piccola e media impresa), ha tradito l’Italia. Aderendo all’ideologia economica neoliberista e neoclassica e ai trattati di Maastricht si è alleata al fascismo finanziario, ma è soprattutto con l’adesione all’Euro, letale arma di distruzione di massa della classe lavoratrice, che si è manifestata come vassallo del potere della finanza e delle multinazionali, consegnando il nostro paese alla povertà, allo sfruttamento e agli interessi di poteri stranieri. Mentre in Europa rigurgiti di nazifascismo hanno preso il potere nessuna voce si leva da chi dovrebbe essere custode dei valori della resistenza. Svastiche, simbologia nazista e ritratti di filonazisti ultranazionalisti sfilano oggi per Kiev . Bombardamenti di civili vengono usati dal governo di Kiev come metodo di pulizia etnica in Novorossya e gli aiuti umanitari alla popolazione vengono pretestuosamente negati. Come i nazisti Poroshenko incita i propri soldati a uccidere dieci separatisti del Donbass in cambio di ogni camerata morto. Minacce di marce armate sulla capitale da parte dei nazisti paramilitari di Pravy Sector, che picchiano gli oppositori e distruggono le attività commerciali russe in ucraina, proprio come quando le camicie brune naziste distruggevano quelle degli ebrei. Tutto questo nell’indifferenza di chi da noi dovrebbe preservare e diffondere i valori della lotta partigiana che contro questi “mostri” ha lottato pagando un pesante tributo di sangue. E’ con l’approvazione di queste persone che abbiamo assistito allo spettacolo degradante di “Bella Ciao” cantata nelle aule parlamentari come segno di vittoria per l’approvazione della legge che consegnava miliardi di euro degli italiani alle banche azioniste della Banca d’Italia. Le stesse persone in parlamento che considerano terroristi i partigiani di Donetsk e Lugansk che combattono contro i nazisti mandati da Kiev e che hanno anche il coraggio ipocrita di appendere indegnamente nelle loro sezioni il ritratto di Che Guevara, infangandone la memoria. Non crediate che controllando i media e potendovi permettere di proporre un informazione censurata a vostro favore o addirittura falsa l’avrete sempre vinta, la controinformazione, a voi alternativa, ha la forza della goccia che lentamente scava la pietra, le opinioni lentamente stanno cambiando, i vostri giornali sono in crisi, alcuni chiudono e altri, come l’Unità, chiuderanno in futuro perché il popolo inizia a non credervi più e la storia vi attribuirà il ruolo che meritate: TRADITORI.

domenica 14 settembre 2014

News su MH17, Sanzioni alla Russia e Gas

I russi svelano le ultime prove USA sull'abbattimento di MH17
MH17
L'esame delle scatole nere, ci hanno fatto sapere gli specialisti inglesi,  "dimostra una improvvisa decompressione a seguito di una potente esplosione" e per ció non c'e nessun colloquio registrato e tutto questo fa pensare che l'aereo sia stato colpito da un missile...mah...permettetemi di dubitare...nel 2001 gli ucraini durante un esercitazione abbatterono per errore il volo russo TU135 da Tel Aviv per Novosibirsk che volava ad un altezza simile a MH17 e fu proprio un missile Buk, proprio il tipo di missile che gli occidentali sostengono sia stato lanciato dai ribelli o addirittura dai russi. In quell'occasione sulle scatole nere c'erano anche 45 secondi delle voci disperate dei piloti mentre l'aereo precipitava, anche un missile cosí potente non riesce a distruggere completamente un aereo di linea. Il regno unito è uno degli accusatori più duri della Russia come si può in una faccenda così delicata fidarsi dell'imparzialità di una perizia dei loro tecnici? Ancora una volta devo dare ragione ai russi che avevano chiesto un indagine internazionale, ed è mio parere che USA e UE non l'hanno voluta per evitare che potesse prendere una piega contraria ai loro interessi, mantenendo invece le redini delle indagini le possono indirizzare o insabbiare quanto gli fa comodo. Ultimamente circolano addirittura voci di un accordo tra Olanda, Belgio, Ucraina e Malesia, ognuno di questo paesi, se danneggiato, ha diritto di veto nella diffusione del risultato delle indagini, speriamo non sia vero.

Gas
Sono arrivate più notizie che alcuni paesi UE hanno registrato una fornitura di gas da parte di Gazprom inferiore alle loro aspettative. Guardacaso sono tutti paesi che attuano il reverse flow a favore dell' Ucraina. Cosa è successo? E' Putin che ci fa i dispetti? Secondo me è una o tutte delle due:
1) Come in passato gli ucraini hanno rubato del gas in transito
2) E' stato piú volte specificato da Gazprom che, come da contratto, il loro gas non puó essere rivenduto ad altri paesi. La UE crede di essere piú furba e, con l'arroganza che la caratterizza, crede anche di poter fare ció che gli pare, quindi hanno comunque attuato il reverse flow del gas. Ció che secondo me ha fatto Gazprom è garantire una fornitura di una quantità pari a quella che abitualmente viene consumata, tutto quello in più, ovvero quello che doveva coprire quello inviato in Ucraina col reverse flow, é stato bloccato. In parole povere "io ti do tutto il gas che so che ti serve, ma se tu lo giri a qualcun'altro poi sarai tu che rimani senza". Mi piace. A qualcuno potró sembrare crudele perchè ci sarà tanta gente in Ucraina che patirà il freddo questo inverno ma dal mio punto di vista è giusto che provino sulla loro pelle quello che proveranno gli abitanti del Donbass con le case e/o gli impianti di riscaldamento distrutti dai bombardamenti dei soldati di Kiev.


Sanzioni
Avete presente quegli attaccabrighe il cui unico scopo é mettervi le mani addosso? Voi state calmi per non esasperare la situazione, cercate una posizione di compromesso che accontenti tutti e due, provate a riportare la situazione dentro i binari di un confronto civile, ma a lui non interessa, qualunque cosa diciate o facciate lui, l'attaccabrighe, ha già deciso che vi deve dare uno sganassone! Questa è proprio la perfetta metafora delle ultime sanzioni UE e USA nei confronti della Russia. Prima l'occidente accusa Mosca di non fare abbastanza per descalare la situazione in Ucraina e per questo gli affibbia delle sanzioni, allora in piena offensiva vincente dei ribelli della Novorossya Putin addirittura li convince ad attuare un cessate il fuoco e a sedersi al tavolo delle trattative e la UE cosa fa? Emana altre sanzioni alla quali si agganciano subito gli USA! Escludendo che alla UE abbiano dei seri disturbi della personalità rimane solo ciò che rivela la metafora sopra riportata, non ha importanza cosa faccia la Russia, l'intenzione è colpirla e provocarla in ogni modo.
Del capitolo sanzioni fa parte anche la vicenda delle portaelicotteri Mistral. Hollande è veramente nel guano fino al collo per questa faccenda. Gli USA non vogliono assolutamente che le vendano ai russi che gliele avevano commissionate e che ne hanno pagata già una, non farlo peró avrebbe conseguenze devastanti, non solo per la penale che dovrebbero pagare alla Russia, che potrebbe arrivare a 10 miliardi di euro, ma sopratutto per la perdita di credibilità di fornitore affidabile che subirebbe la Francia. Le Mistral non sono certo l'unica fornitura francese in ambito militare e quale paese si fidedebbe più a richiedere una fornitura se non rispettano i patti? L'India infatti ha drizzato le orecchie, c'è in ballo una grossa commessa da 20 miliardi di dollari per una fornitura di 126 caccia Rafale ma gli indiani non stanno gradendo l'atteggiamento francese di non rispettare i patti appena lo zio Sam apre bocca e stanno pensando se non è il caso di rivolgersi a qualcuno piú affidabile dato che non hanno ancora firmato. La Francia era una nazione orgogliosa una volta, Hollande l'ha fatta diventare uno degli scodinzolanti cagnolini degli USA, ma i francesi ne sono certo gliela faranno pagare alle prossime elezioni. Questo è quello che differenzia i nostri cugini d'oltralpe da noi che nonostante tutto votiamo sempre per il venditore di fumo di turno, adesso è il turno de "Il Bomba" di Rignano d'Arno di essere il vincente e come il suo predecessore, il Berlusca, "grazie" ai nostri connazionali ce lo terremo per un bel po'.